AVVISO – Bando per la formazione di una graduatoria biennale per l’assegnazione in locazione di immobili comunali ad uso abitativo

AVVISO

Richiamata la Deliberazione della Giunta Comunale n. 83 del 20/06/2022.

E’ emanato il seguente Avviso Pubblico.

ALLOGGI DA ASSEGNARE

L’immobile immediatamente assegnabile è distinto al catasto al Foglio 33, P.lla 125, Sub. 13, si trova in via Santa Maria De Libera n. 4, interno 3 ed è composta da:

  • 1 cucina;
  • 1 bagno;
  • 2 camere

Per un totale di circa 50 m².

L’art. 5 del Regolamento per le locazioni di immobili comunali ad uso abitativo stabilisce che il bando avrà validità per tutti gli immobili che si rendono disponibili nel biennio successivo.

 

NUCLEO FAMILIARE AVENTE DIRITTO ALL’ASSEGNAZIONE

Il nucleo familiare avente diritto all’assegnazione è la famiglia come risultante dai registri dell’anagrafe comunale.

I coniugi non legalmente separati, anche se residenti in abitazioni diverse, sono considerati appartenenti allo stesso nucleo familiare.

Si considerano legalmente separati coloro che sono in possesso di sentenza o di provvedimento di omologa della separazione emessi in data anteriore a quella della pubblicazione del bando. Non si considera incluso nel nucleo familiare il coniuge residente all’estero anche se non legalmente separato.

REQUISITI PER L’ASSEGNAZIONE

  1. Fermo restando che l’Amministrazione Comunale si riserva prioritariamente di definire sulla base dei propri progetti e fini istituzionali, l’utilizzo degli spazi a disposizione, tutti i beni immobili di proprietà comunale, con destinazione abitativa, possono essere concessi a terzi, intendendosi per terzi, ogni persona fisica (di seguito beneficiario) che possieda i seguenti requisiti:
  2. cittadinanza italiana;
  3. cittadinanza di Stati appartenenti all’Unione europea regolarmente soggiornanti in Italia ai sensi del decreto legislativo 6 febbraio 2007, n. 30(Attuazione della direttiva 2004/38/CE relativa al diritto dei cittadini dell’Unione e dei loro familiari di circolare e di soggiornare liberamente nel territorio degli Stati membri);
  4. titolarità del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo ai sensi del decreto legislativo 8 gennaio 2007, n. 3(Attuazione della direttiva 2003/109/CE relativa allo status di cittadini di Paesi terzi soggiornanti di lungo periodo);
  5. titolarità dello status di rifugiato e dello status di protezione sussidiaria ai sensi del decreto legislativo 19 novembre 2007, n. 251(Attuazione della direttiva 2004/83/CE recante norme minime sull’attribuzione, a cittadini di Paesi terzi o apolidi, della qualifica del rifugiato o di persona altrimenti bisognosa di protezione internazionale, nonché norme minime sul contenuto della protezione riconosciuta);
  6. titolarità di carta di soggiorno o permesso di soggiorno almeno biennale e che esercitano una regolare attività di lavoro subordinato o di lavoro autonomo ai sensi dell’ articolo 40, comma 6 del decreto legislativo 25 luglio 1998, n. 286(Testo unico delle disposizioni concernenti la disciplina dell’immigrazione e norme sulla condizione dello straniero).
  7. I soggetti di cui al comma 1devono, inoltre, essere in possesso dei seguenti ulteriori requisiti:
  8. residenza anagrafica o attività lavorativa stabile ed esclusiva o principale   nel territorio del comune che emana il bando, a condizione che le stesse sussistano nell’ambito territoriale comunale da almeno 1 anno per i cittadini italiani e da almeno 3 anni per i cittadini comunitari e non comunitari;
  9. non essere titolari, salvo che si tratti di alloggio inagibile o sottoposto a procedura di pignoramento, di diritti di proprietà, di usufrutto, di uso e di abitazione su immobili adeguati alle esigenze del nucleo familiare ubicati nel territorio nazionale o all’estero. A tal fine non si considerano la proprietà o altri diritti reali di godimento relativi alla casa coniugale in cui risiedono i figli, se quest’ultima è stata assegnata al coniuge in sede di separazione o scioglimento degli effetti civili del matrimonio ovvero, prima di detta assegnazione, non è comunque nella disponibilità del soggetto richiedente, fermo restando quanto stabilito dalla legge 20 maggio 2016, n. 76(Regolamentazione delle unioni civili tra persone dello stesso sesso e disciplina delle convivenze);
  10. non aver ricevuto precedenti assegnazioni di alloggi comunali per cui, nei precedenti cinque anni, è stata dichiarata la decadenza dall’assegnazione ovvero è stato disposto l’annullamento del provvedimento di assegnazione.
  11. non avere riportato condanne penali passate in giudicato, salvo che non sia intervenuta la riabilitazione di cui all’ articolo 178 del codice penale;
  12. capacità economica del nucleo familiare valutata sulla base dell’ISEE di cui alla vigente normativa, non superiore al limite stabilito dal presente regolamento.
  13. assenza di occupazioni senza titolo di alloggi comunali nei cinque anni precedenti la presentazione della domanda.
  14. I requisiti di cui al comma 1 e 2 devono essere posseduti dal richiedente alla data di pubblicazione del bando di concorso, nonché al momento della assegnazione e devono permanere in costanza di rapporto.
  15. I requisiti di cui al comma 2 lettera da b) a f) devono essere posseduti da tutti i componenti il nucleo familiare del beneficiario.

PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

Il presente Bando di Concorso è pubblicato all’Albo Pretorio del Comune di Cerreto di Spoleto in data 22/06/2022 fino al 11/07/2022

La domanda di partecipazione potrà essere presentata dal 23/06/2022.

Essa dovrà essere redatta su apposito modello (all. B), scaricabile dal sito web del comune www.comune.cerretodispoleto.pg.it

La domanda di partecipazione, sottoscritta dal richiedente in tutte le sue parti, con allegata copia fotostatica del documento d’identità in corso di validità, a pena di esclusione.

La domanda dovrà pervenire a questo Comune entro e non oltre il giorno 11 LUGLIO 2022        nelle seguenti modalità:

  • trasmissione casella di posta elettronica certificata all’indirizzo PEC cerretodispoleto@postacert.umbria.it , in tal caso la domanda sarà accettata solo se inviata da una casella di posta elettronica certificata, intestata all’autore della domanda;
  • presentazione a mano all’Ufficio Protocollo dell’Ente ubicato in Piazza Pontano n.18 in Cerreto di Spoleto Capoluogo;
  • a mezzo servizio postale con raccomandata R. all’indirizzo Piazza Pontano n.18 – 06041 Cerreto di Spoleto, farà fede il timbro postale di arrivo.

Il richiedente dichiara, ai sensi degli art. 46 e 47 del D.P.R. n. 445/2000 e successive modificazioni ed integrazioni, il possesso dei requisiti previsti nonché l’eventuale sussistenza delle condizioni che danno diritto a punteggio.

FORMAZIONE DELLA GRADUATORIA

Il Responsabile del Servizio, coadiuvato da due dipendenti dell’Ente in qualità di testimoni, di cui uno facente le funzioni di segretario, provvede all’istruttoria delle domande pervenute entro il termine fissato dal bando, disponendo tutti gli accertamenti tesi ad un esatto procedimento istruttivo o alla verifica di eventuali ragioni di decadenza alla partecipazione del concorso.                                                                              Gli immobili non possono essere assegnati a coloro che hanno ricevuto sfratto per morosità, o siano stati condannati loro stessi o membri della famiglia, con sentenza passata in giudicato, per reati di qualsiasi natura e a coloro che abbiano occupato abusivamente un alloggio.                                                                         Alle istanze istruite sarà attribuito il punteggio previsto dal presente Regolamento. Al termine dell’istruttoria è stilata la graduatoria.

A parità di punteggio verrà effettuato un sorteggio alla presenza degli interessati.

Qualora l’ufficio, nel corso degli accertamenti per l’accoglimento / rigetto delle istanze di regolarizzazione/riesame, verifichi la non veridicità del contenuto delle dichiarazioni, dispone l’esclusione della domanda di partecipazione al Bando Assegnazione alloggi comunali ai sensi dell’art. 75 del D.P.R. 445/2000.

La pubblicazione equivale a notifica agli interessati.

Nella Graduatoria gli aspiranti assegnatari vengono inseriti in ordine decrescente di punteggio e, a parità di punteggio, in ordine crescente di valore ISEE.

ASSEGNAZIONE DEGLI ALLOGGI

Le modalità e le procedure per la scelta dell’alloggio da parte del nucleo familiare assegnatario, la relativa consegna, l’eventuale rinuncia e i termini per l’occupazione sono stabilite nel Regolamento comunale.

CANONE DI LOCAZIONE

Il canone di locazione dovuto dagli assegnatari è determinato secondo quanto previsto dalla sezione III art. 13 del Regolamento comunale.

INFORMAZIONI SUGLI IMMOBILI

Per informazioni di natura tecnica sugli immobili che si rendono disponibili nel corso del biennio l’Ufficio competente è l’Area Tecnico-Urbanistica.

Cerreto di Spoleto, 22/06/2022

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

Geom. Pietro Forti

 

File allegati

AVVISO PUBBLICO PER RACCOLTA PREVENTIVI FINALIZZATA AD AFFIDAMENTO DIRETTO EX ART 36 COMMA 2 LETT. A) DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA E PREPARAZIONE MERENDA

AVVISO PUBBLICO PER RACCOLTA PREVENTIVI FINALIZZATA AD AFFIDAMENTO DIRETTO EX ART 36 COMMA 2 LETT. A)

 

DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA E PREPARAZIONE MERENDA CON IL SISTEMA DEI PASTI VEICOLATI PER GLI ALUNNI DELLA SCUOLA DELL’INFANZIA PER L’ A.S. 2022/2023 (Attivazione dal 01 Ottobre 2022)

 

Con il presente avviso il Comune di Cerreto di Spoleto intende effettuare una indagine di mercato, ai sensi dell’art. 1, 2° comma lett. a) del D.L. 16 luglio 2020 n. 76 convertito in L. n.120/2020, e dell’art. 51 del D.L. 31 maggio 2021 n. 77 convertito il L. n. 108/2021 in combinato disposto con l’articolo 36, comma 2, lettera a) del D.Lgs. 50/2016, finalizzata ad acquisire preventivi al fine di procedere all’affidamento diretto del servizio in oggetto, per l’A.S. 2022/2023, mediante O.D.A. sul Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MEPA).

ASTA EX R.D. M. 827/1924 PER LA CONCESSIONE DELLA CAVA DI TARTUFI DI PROPRIETA’ DEL COMUNE DI CERRETO DI SPOLETO SITA IN LOCALITA’ “COSTA DEL PERO” (FG. 45 PART.2/PARTE) – LIMITATAMENTE ALL’AREA SOTTOPOSTA A IMPIANTO TARTUFIGENO, PER IL TRIENNIO 2022/2025.

In allegato Avviso e modello di domanda.

ANPR: attivo il cambio di residenza in tutta Italia

Dopo una prima fase limitata a pochi comuni, da oggi è attivo in tutta Italia il servizio che permette di effettuare il cambio di residenza online tramite il portale dell’Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente (ANPR). Da circa tre mesi sono stati digitalizzati i dati demografici di tutti i cittadini italiani.

Cambio di residenza attivo in tutta Italia

L’Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente è una banca dati che semplifica i servizi demografici, favorendo la digitalizzazione. Finora i cittadini potevano consultare o modificare i dati anagrafici e richiedere vari certificati per sé stessi o altri componenti della famiglia. Da oggi è possibile anche richiedere online il cambio di residenza.

In particolare, i cittadini maggiorenni registrati nell’anagrafe nazionale possono effettuare le seguenti richieste:

  • cambio di residenza per il trasferimento da un qualsiasi comune ad un altro sul territorio nazionale o di rimpatrio dall’estero per i cittadini italiani iscritti all’AIRE
  • cambio di abitazione nello stesso comune sul territorio nazionale

Gli utenti possono chiedere il trasferimento in una nuova abitazione dove sono già presenti persone con cui non si hanno vincoli di parentela o affettivi e in un’abitazione dove sono presenti persone con cui si hanno vincoli di parentela o affettivi, indicando uno dei componenti della famiglia in cui si entra a far parte.

Per l’accesso al portale occorre l’identità digitale (SPID, CIE e CNS). È possibile compilare la richiesta per sé o per i componenti della famiglia anagrafica e inviarla in automatico al comune competente, seguendo le indicazioni pubblicate nell’area del servizio.

 

Inaugurazione Campo Scuola Legambiente

Di seguito riportiamo il programma dell’inaugurazione del Campo scuola di pesca a mosca del no kill della Valnerina che si terrà il 21 maggio alle ore 10,00 presso il ristorante “il Casaletto” a Borgo Cerreto.
Sarà l’occasione anche per approfondire i temi della pesca sostenibile e più in generale della conservazione degli ecosistemi acquatici.
Saranno presenti, oltre ai volontari di Legambiente Umbria impegnati nella gestione degli Ecosistemi acquatici e delle ZRS no kill della Valnerina, l’Assessore regionale e Vicepresidente Roberto Morroni,  Club di pesca a mosca dell’Umbria, gli istruttori e le scuole di pesca a mosca regionali e nazionali.