Contributo per l’autonoma sistemazione (CAS)

Contributi per l’autonoma sistemazione dei cittadini interessati da ordinanza di sgombero, a seguito del sisma del 24 agosto 2016

L’art. 1, comma 4 ter del Decreto Legge 17 ottobre 2016, n. 189 prevede che lo stato di emergenza è prorogato fino al 31 dicembre 2019; a tale fine il Fondo per le emergenze nazionali previsto dall’articolo 44 del codice della protezione civile, di cui al decreto legislativo 2 gennaio 2018, n. 1 è incrementato di 360 milioni di euro per l’anno 2019.
Il 26 agosto il Capo Dipartimento della Protezione Civile Fabrizio Curcio ha firmato la prima ordinanza (ordinanza n. 388) relativa all’emergenza legata al devastante terremoto che ha colpito il Lazio, le Marche, l’Umbria e l’Abruzzo.
L’ordinanza all’art. 3 stabilisce che i Comuni curino l’istruttoria per l’assegnazione del contributi di autonoma sistemazione relativamente ai nuclei familiari la cui abitazione principale, abituale e continuativa sia stata distrutta in tutto o in parte, ovvero sia stata sgomberata in esecuzione di provvedimenti delle competenti autorità.
Il 15 novembre è stata firmata dal Capo Dipartimento della Protezione Civile, Fabrizio Curcio, l’ordinanza di protezione civile n. 408 che prevede un aumento del Contributo di Autonoma Sistemazione.
A partire dalla data di entrata in vigore dell’ordinanza, il contributo è stato elevato a un massimo di 900 euro mensili. In particolare, il contributo ammonta a 400 euro per i nuclei familiari composti da una sola unità, 500 euro per quelli composti da due unità, 700 euro per quelli composti da tre unità, 800 euro per quelli composti da quattro unità e 900 euro per quelli composti da cinque o più unità.
Nel caso in cui nel nucleo familiare siano presenti persone di età superiore ai 65 anni, o portatrici di handicap, o disabili con una percentuale di invalidità non inferiore al 67%, è concesso un contributo aggiuntivo di 200 euro mensili per ciascuna persona, anche oltre il limite massimo dei 900 euro mensili previsti per famiglia, come già disposto dall’ordinanza 388/2016.
Le disposizioni relative al contributo di autonoma sistemazione si applicano anche agli studenti iscritti agli anni accademici 2015/2016 e 2016/2017 presso Istituti universitari ed Istituti superiori di grado universitario che rilasciano titoli di studio aventi valore legale con sede nei comuni interessati dagli eventi sismici.

AVVISO RELATIVO AL CONTRIBUTO DI AUTONOMA SISTEMAZIONE – CHIARIMENTI IN MERITO ALL’ORDINANZA N. 614 DEL 12 NOVEMBRE 2019

Il Dipartimento Protezione Civile ha pubblicato alcuni importanti chiarimenti in merito alla nuova ordinanza CAS n. 614 del 12 novembre 2019.

Per ulteriori aggiornamenti ed approfondimenti consulta la pagina della Protezione Civile nazionale http://www.protezionecivile.gov.it/media-comunicazione/contact-center/domande-risposte/domande-e-risposte-terremoto-centro-italia/terremoto-centro-italia-contributo-di-autonoma-sistemazione-chiarimenti-ocdpc-614-del-12-novembre-2019


AVVISO RELATIVO AL CONTRIBUTO DI AUTONOMA SISTEMAZIONE – NUOVA ORDINANZA DI PROTEZIONE CIVILE N. 670 del 28 aprile 2020

Per opportuna conoscenza e per i seguiti di competenza, si allega l’ordinanza del Dipartimento della Protezione civile, indicata in oggetto in corso di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana, che dispone la modifiche dell’Ocdpc n. 614 del 12 novembre 2019, all’art. 1, comma 1, lettera c) e lettera e) e all’art. 5, comma 5 lettera b).

Ordinanza n. 670 del 28/04/2020

AVVISO RELATIVO AL CONTRIBUTO DI AUTONOMA SISTEMAZIONE – NUOVA ORDINANZA DI PROTEZIONE CIVILE N. 614/2019

EMERGENZA  COVID-19 – SI AVVISA CHE IL TERMINE PREVISTO DALL’OCDPC 614|2019 PER LA PRESENTAZIONE DELLA DICHIARAZIONE SUL POSSESSO DEI REQUISITI PER IL MANTENIMENTO DEL CONTRIBUTO, E’  STATO PROROGATO DI 60 (SESSANTA) GIORNI CON OCDPC N. 650 DEL 15 MARZO 2020.

Si comunica che in data 19 novembre 2019, è stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale Serie Generale n. 271 del 19/11/2019, l’Ordinanza del Capo Dipartimento della Protezione Civile n. 614 relativa ad “Ulteriori interventi urgenti di protezione civile conseguenti agli eventi sismici che hanno colpito il territorio delle regioni Lazio, Marche, Umbria e Abruzzo a partire dal giorno 24 agosto 2016”.
L’ordinanza ridefinisce i criteri per la concessione del Contributo di Autonoma Sistemazione (C.A.S.) destinato ai nuclei familiari che permangono in una condizione di disagio abitativo a seguito degli eventi sismici che hanno coinvolto le regioni Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria nel 2016.
Si informa, pertanto, che entro 120 giorni (17 marzo 2020) dalla pubblicazione  della suddetta ordinanza, tutti i nuclei familiari beneficiari del Contributo di Autonoma Sistemazione (C.A.S.) sono tenuti a compilare la dichiarazione sul possesso dei requisiti per il mantenimento del contributo, predisposta dal Dipartimento di Protezione Civile.
Tale dichiarazione dovrà essere sottoscritta da tutti i componenti maggiorenni e consegnata presso il Comune di Foligno – Ufficio Protocollo.
Si evidenzia, infine, che a norma dell’art. 1 comma 2 della citata ordinanza decadono dal diritto al contributo:
  • i soggetti che non presentano l’autocertificazione entro i termini stabiliti;
  • i soggetti che non possiedono i requisiti previsti dall’ordinanza medesima.
 Si allegano al presente avviso:
– ordinanza n.614/2019;
– dichiarazione possesso dei requisiti CAS
– modello domanda contributo per l’autonoma sistemazione
Responsabile del procedimenti: Geom. Pietro Forti